Tra Giangurgolo e Pulcinella

La chiave palpabile della porta simbolica che collega Napoli e Cosenza nelle arti e nei linguaggi. Un orgoglioso buffetto ai tromboni che si ostinano a negare l’esistenza di una produzione culturale autonoma nel Cosentino. Con il suo “Bruzio Partenopeo”, in scena lo scorso 5 maggio al teatro “Tieri”, Mariano D'Ermoggine corona il sogno di portare ...

Business migranti a Crotone, l’ineffabile piacere di urlare al megafono

Io me lo ricordo Don Edoardo Scordio, quando venne a Lauropoli a blaterare di legalità. Adesso per lui parlano i suoi avvocati. Devono dimostrare che non è un mafioso. La vicenda giudiziaria m’interessa poco. Ciò che conta è la qualità morale dell’atmosfera in cui vivono i nostri corpi. Ne conosco tanti come lui, sedicenti attuatori ...

Calogero: “Non seppellitemi vivo”

Ventiquattro anni fa, nel Centro Sociale Autogestito "Gramna" di Cosenza, andava in scena "Non seppellitemi vivo", una performance teatrale dedicata alla sua vicenda umana e letteraria. In un remoto maggio d'inizio '900, a Melicuccà, in provincia di Reggio Calabria, nasceva Lorenzo Calogero, uno dei più grandi poeti della letteratura italiana. Lo spettacolo realizzato al "Gramna" aveva la ...